aglio come coltivarlo

(Liliacee)- ortaggio da bulbo

Ciclo di coltivazione dell'aglio.pdf

Il terreno:

Medio impasto (è favorito il drenaggio dell'acqua). Concimazione necessaria in caso di terreno molto povero. ( pH ottimale  6-7)

Messa a dimora:

Trapiantare i bulbi (preferire quelli periferici, più grossi) con l'apice verso l'alto, ad una profondità di circa 2 cm (la punta deve essere a filo del terreno). Distanza delle file 20 cm e 15 cm sulla fila.

Irrigazione:

Necessarie dopo il trapianto, scarse durante la crescita, nulle quando le foglie iniziano a piegarsi.

Cure:

Nessuna cura particolare. Diserbatura (eliminare manualmente le erbe infestanti) e sarchiatura.

Raccolta:

Estirpare l'aglio dal terreno a foglie completamente secche ed essiccare.

Parassiti animali:

Mosca.

Malattie da virus:

Fusariosi, Marciume bianco, Muffa verde

Curiosità:

L'aglio non va rincalzato.



leggi anche