Coltivazione del Limone in vaso

Guida alla coltvazione del Limone in vaso, albero da frutto. (Citrus limon).



Limone in vaso, come coltivarlo

(Citrus limon) - Albero da frutto


Il terreno:

Medio impasto (è favorito il drenaggio dell'acqua). pH del terreno, tendenzialmente acido 5.5 - 6.5.

Messa a dimora (in vaso):

Preferire un vaso in terracotta, con la forma a tronco di cono. Il rinvaso va eseguito nel mese di maggio, con frequenza 3 anni, utilizzando un vaso con diamtro maggiore di 10 cm rispetto a quello in uso.

Irrigazione:

Irrigazioni regolari in rapporto alla stagione (passando da 1 volta ogni 3/4 giorni in estate a una volta ogni 12/13 giorni in inverno). Irrigare in presenza di foglie che tendono ad appassire. Preferire l'acqua piovana, in alternativa lasciare riposare l'acqua per qualche ora per ridurre il contenuto di cloro (evapora).

Concimazioni:

Con lupini macinati, 1 volta al mese in marzo ed aprile. Solfato di ferro, una volta mese in aprile, maggio, giugno e luglio in presenza di foglie gialle. Concime minerale a lenta cessione (durata trimestrale), giugno e settembre.

Clima:

Temperato, soffre il gelo. Temperatura ottimale da 12°C a 30°C. Nella stagione fredda vanno ricoverati in un luogo riparato con una temperatura mai inferiore agli 0 (zero) °C e che si possa arieggiare. Temperature inferiori agli 0°C provocano danni alla pianta.

Raccolta:

A scalare.

Parassiti animali:

Afide verde (marzo-aprile), Cocciniglia cotonosa (marzo-aprile), Minatrice serpentina (maggio-agosto).

Malattie da virus:

Fumaggine (marzo-aprile).

Curiosità:

Le escursioni termiche stimolano la colorazione dei frutti.

Il Limone

mese per mese


Gennaio:  Pianta in riposo vegetativo. Irrigazioni limitate da eseguire nelle ore più calde con acqua a temperatura ambiente (non bagnare le foglie). Evitare eccessi  di umidità nel locale.

Febbraio: Pianta in riposo vegetativo. Irrigazioni limitate da eseguire nelle ore più calde con acqua a temperatura ambiente (non bagnare le foglie). Evitare eccessi  di umidità nel locale.

Marzo: Irrigazioni limitate da eseguire nelle ore più calde con acqua a temperatura ambiente (non bagnare le foglie). Evitare eccessi  di umidità nel locale. Con temperature minime superiori ai 10°C (temperatura notturna) è possibile portare i vasi all'esterno, in questo caso, distribuire sul terreno uno strato di lupini macinati eìvitando di avvicinarsi al tronco, trascorsi 7 giorni, interrare ed irrigare.

Aprile: Irrigazioni in rapporto alla temperatura, finalizzate a garantire il terriccio umido. Con temperature minime superiori ai 10°C (temperatura notturna) è possibile portare i vasi all'esterno, in questo caso, distribuire sul terreno uno strato di lupini macinati eìvitando di avvicinarsi al tronco, trascorsi 7 giorni, interrare ed irrigare. In presenza di foglie gialle (clorosi), ìrrigare una volta ogni 30 giorni con solfato di ferro.

Maggio: Irrigazioni abbondanti, evitando i ristagni, garantire il terriccio umido. In presenza di foglie gialle (clorosi), ìrrigare una volta ogni 30 giorni con solfato di ferro. Eliminare eventuali succhioni non necessari e i rami danneggiati, garantire luce ed aria all'interno della chioma. Eventuale rinvaso ogni 2/3 anni per le piante giovani il doppio per le altre.

Giugno: Irrigazioni abbondanti, evitando i ristagni, garantire il terriccio umido. In presenza di foglie gialle (clorosi), ìrrigare una volta ogni 30 giorni con solfato di ferro. Concimare con concime minerale a lenta cessione (durata trimestrale). Eliminare eventuali succhioni non necessari.

Luglio: Irrigazioni abbondanti, evitando i ristagni, garantire il terriccio umido. Eliminare eventuali succhioni non necessari

Agosto: Irrigazioni abbondanti, evitando i ristagni, garantire il terriccio umido. Sospendere le concimazioni.

Settembre: Irrigazioni in rapporto alla temperatura, finalizzate a garantire il terriccio umido. Concimare con concime minerale a lenta cessione (durata trimestrale). Irrigare una volta ogni 30 giorni con solfato di ferro.

Ottobre: Irrigazioni in presenza di foglie che tendono ad appassire. Proteggere le piante  dai primi freddi, (con temperature minime inferiori 10°. Irrigare una volta ogni 30 giorni con solfato di ferro.

Novembre: Pianta in riposo vegetativo. Irrigazioni limitate in presenza di foglie che tendono ad appassire, da eseguire nelle ore più calde con acqua a temperatura ambiente (non bagnare le foglie). Proteggere le piante  dal freddo riparandole in un locale chiuso con temperaturre inferiori 5°C.

Dicembre: Pianta in riposo vegetativo. Irrigazioni limitate da eseguire nelle ore più calde con acqua a temperatura ambiente (non bagnare le foglie). Evitare eccessi  di umidità nel locale.

 


Commenta l'articolo