Tessuto non tesuto (TNT)

(Le fibre presentano un andamento casuale)

Di cosa si tratta ?

Tessuto speciale ottenuto con tecniche produttive particolari le cui fibre non sono tessute tra di loro (incrocio di fili) ma disposte in modo casuale. Materiale isolante permeabile (che permette alle piante di ricevere la luce solare, l'acqua e consente la traspirazione).

 

Origine

Sintetica a base di polipropilene.

 

A cosa serve

  • Protegge le piante dal freddo (2/3 gradi rispetto all'esterno) 
  • Protegge dall'insidia dei volatili dopo la semina
  • Protegge dall'insidia dei parassiti (es. lumache e afidi)
  • Anticipa le semine (germinazione) e i trapianti (crescita)
  • Posticipa i raccolti (protegge dalle prime gelate) 

Non adatto per proteggere da temperature troppo basse (-1/3°) per periodi prolungati ( 3/4 gg)

 

Quando usarlo

Nei cambi di stagione, prima dell'inverno o della primavera. Si può posare direttamente sulle piante bloccandolo lungo i bordi avendo cura di non tenerlo troppo teso oppure sostenendolo mediante piccoli archi creando il classico tunnel.

Trasferimento del progetto sul campo

 

Come sceglierlo

La caratteristica principale è il peso al metro quadrato (grammatura). Più alto è il valore, maggiore è la protezione. In commercio si trovano prodotti con grammatura 17 g/m2 ideale per gli ultimi freddi e l’arrivo della primavera oppure 30 g/m2 più adatti per una coltivazione non hobbistica.

Suggerisco 17 g/m2 anche perché all'occorrenza si può ricorrere al posizionamento di un doppio strato.

 

Durata

Può essere usato più volte senza problemi per 2/3 anni avendo cura di riporlo quando è asciutto e privo di residui eccessivi di terra.