Spinacio come coltivarlo

Ortaggio da foglia appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee

Terreno

Fresco (in grado di mantenere un buon tasso di umidità anche in periodi di siccità) e ben drenato (evitare i ristagni d’acqua). pH compreso tra 6 e 7 (leggermente acido). Concimazione modesta e anticipata rispetto alla semina, sfrutta la fertilità residua delle concimazioni precedenti, è sufficiente far seguire a colture abbondantemente letamate es. pomodoro.

Messa a dimora

A file distanti 25 cm oppure a spaglio, profondità di semina 1 cm.

Irrigazione

Esigenze idriche notevoli, evitare siccità e ristagni.

Cure

Diradare mantenendo la distanza di 10 cm. Diserbatura (eliminare manualmente le erbe infestanti) e sarchiatura.

Raccolta

A scalare, tagliando il cespo alla base oppure tagliando le foglie che raggiungono le dimensioni definitive.

Parassiti animali

Afidi, nottue e lumache.

Malattie da virus

Peronospora, antracnosi.

Curiosità

Diradare in modo scalare così da destinare le piantine eliminate al consumo fresco in insalata.

Caldo e siccità possono comportare la prefioritura.

Spinacio, coltivazione mese per mese

Gennaio

Febbraio

Marzo

Per tutto il mese, semina in pieno campo delle varietà primaverili/estive. Diserbatura e sarchiatura.

Aprile

Inizio raccolta a scalare. Irrigare.

Maggio

Entro metà mese completare la raccolta.

Giugno

Luglio

Agosto

Seconda metà del mese, semina in pieno campo delle varietà autunno/invernali. Irrigare.

Settembre

Per tutto il mese, semina in pieno campo. Sarchiare ed irrigare.

Ottobre

Fino metà mese semina in pieno campo. Inizio raccolta nelle colture iniziate ad agosto. Sarchiatura.

Novembre

Completare la raccolta prima delle gelate. 

Dicembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.