Spinacio come coltivarlo

Guida alla coltivazione dello Spinacio, ortaggio da foglia appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee.



Il terreno:

Fresco (in grado di mantenere un buon tasso di umidità anche in periodi di siccità) e ben drenato (evitare i ristagni d'acqua). pH compreso tra 6 e 7 (leggermente acido). Concimazione modesta e anticipata rispetto alla semina, sfrutta la fertilità residua delle concimazioni precedenti, è sufficiente far seguire a colture abbondantemente letamate es. pomodoro.

Messa a dimora:

A file distanti 25 cm oppure a spaglio, profondità di semina 1 cm.

Irrigazione:

Esigenze idriche notevoli, evitare siccità e ristagni.

Cure:

Diradare mantenendo la distanza di 10 cm. Diserbatura (eliminare manualmente le erbe infestanti) e sarchiatura.

Raccolta:

A scalare, tagliando il cespo alla base oppure tagliando le foglie che raggiungono le dimensioni definitive.

Parassiti animali:

Afidi, nottue e lumache.

Malattie da virus:

Peronospora, antracnosi.

Curiosità:

Diradare in modo scalare cosi da destinare le piantine eliminate al consumo fresco in insalata.





Spinaciocoltivazione mese per mese

Caldo e siccità possono comportare la prefioritura.

(Rotazione delle colture)


Gennaio:

  ---

Febbraio:

---

Marzo:

Per tutto il mese, semina in pieno campo delle varietà primaverili/estive. Diserbatura e sarchiatura.

Aprile:

 Inizio raccolta a scalare. Irrigare.

Maggio:

 Entro metà mese completare la raccolta.

Giugno:

---

Luglio:

  ---

Agosto:

Seconda metà del mese, semina in pieno campo delle varietà autunno/invernali. Irrigare.

Settembre:

Per tutto il mese, semina in pieno campo. Sarchiare ed irrigare.

Ottobre:

Fino metà mese semina in pieno campo. Inizio raccolta nelle colture iniziate ad agosto. Sarchiatura.

Novembre:

Completare la raccolta prima delle gelate. 

Dicembre:

---



Commenta l'articolo